Attività e finalità del consorzio

Gli interventi nel settore della bonifica e dell’irrigazione, da sempre strategici per la tutela del territorio, hanno oggi assunto un ruolo fondamentale nei vasti settori del risanamento delle acque, della gestione e della valorizzazione del patrimonio idrico e, soprattutto, nel campo della tutela dell’ambiente, caratterizzandosi quali indispensabili strumenti di sviluppo economico, territoriale e sociale. Negli ultimi anni il territorio regionale è stato interessato da un intenso sviluppo urbanistico che ha visto confermare ed estendere il policentrismo urbano accompagnato da una diffusa presenza di immobili residenziali e produttivi. Tale sviluppo ha richiesto al modello organizzativo della bonifica notevoli adattamenti in termini di servizi resi, facendo via via perdere la originaria connotazione agricola che caratterizzava l’attività dei Consorzi.

 

Le finalità e le funzioni del Consorzio, fermo restando la competenza dell'Autorità di Bacino in materia di pianificazione secondo le norme di cui alla Legge n°183/89, e della programmazione provinciale in materia di difesa del suolo di cui all'art.15 della Legge n°142/90 in attuazione del Piano di Difesa del Territorio e di Bonifica previsto all'art.9, sono quelle indicate nell'art.11 della Legge Regionale 7 giugno 1996 n°36.

 

In particolare, il Consorzio esercita le funzioni relative a:
a)realizzazione, manutenzione ed esercizio delle opere di bonifica e d'irrigazione;
b)realizzazione, manutenzione di strade, acquedotti ed elettrodotti rurali;
c)manutenzione e gestione di impianti di depurazione, qualora Comuni, Comunità Montane, Province, Regioni, Consorzi e Società tra altri Enti, decidano di affidarli ad essi in concessione;
d)realizzazione, manutenzione e gestione di impianti di produzione di energia;
e)realizzazione di opere finalizzate alla manutenzione e ripristino ambientale e di protezione dalle calamità naturali mediante forestazione ed interventi di manutenzione idraulica;
f)attività di progettazione relativa alle opere di cui alle precedenti con esclusione della lettera c. Per la progettazione e direzione lavori è ammesso il ricorso ad incarichi esterni solo se il direttore del Consorzio attesti la mancanza in organico di professionalità adeguata;
g)ogni altro compito, connesso e funzionale alla difesa ed alla manutenzione del territorio, che sia espressamente affidato ai Consorzi dagli atti di programmazione della Regione, dell'Autorità di Bacino, dalla Provincia o dai Comuni o Comunità Montane, nell'ambito delle rispettive competenze.

 

Nella ipotesi di cui alle lettere c) e d) del comma precedente, il Consorzio deve assicurare una gestione fondata su criteri di economicità, sulla rispondenza ai quali, il Presidente ed il Direttore, assumono responsabilità diretta e solidale con apposita certificazione.

Powered by Diadema Sinergie